the-canyons-zion - Usa4you.it Informazioni utili per un viaggio negli Usa

Vai ai contenuti

Menu principale:


Arrivo a Las Vegas


Sabato 6


Una nuova avventura sta iniziando!

Si parte verso Las Vegas  da Milano ,  grazie a una coppia di amici(Serena e Fabio)  che mi permettono di lasciare l'auto a casa loro e mi accompagnano fino in aeroporto. L'aereo parte leggermente in ritardo dopo lo scalo a Londra, cosi arrivo a destinazione con quasi un'ora di ritardo.

Passo velocemente i controlli  grazie alle macchinette elettroniche, ma poi perdo i miei soliti 5 minuti in più dall'ufficiale di dogana, che vedendomi da solo mi fa sempre un sacco di domande....
Proseguo poi verso il noleggio auto , dove perdo anche qui un po' di tempo a causa di una scarsa disponibilità di auto della categoria da me richiesta. Dopo quasi un'ora mi consegnano un Infiniti , un suv molto grande e alto ma che purtroppo non è 4wd.
Passo quindi da Walmart per ritirare il mio ordine, che avevo fatto precedentemente on line, e prendo anche un po' di cose da mangiare per il campeggio, mi avvio poi  verso St George dove passerò la notte, nel solito Knight inn economico e davanti a un Denny's.
Arrivo in motel  in tarda serata, accompagnato da una leggera pioggia, che si trasformerà nella notte in un forte temporale,  facendo anche saltare la corrente.



Knight Inn

175 North 1000 East
Saint George Utah
Voto:6/10


Mg. parziali: 140
Mg. totali: 140



Zion: Mystery Canyon - Echo Canyon


Domenica 7


La sveglia era puntata per le 5, ma vengo svegliato verso le 4 dal forte temporale, che dopo aver fatto saltare la corrente mi costringe a preparare i bagagli con la luce frontale.

Il meteo non è proprio di buon auspicio, visto che oggi è prevista la discesa del Mystery canyon, ma parto fiducioso visto che le previsioni sono buone per tutta la giornata.
L'appuntamento è alle 7 al south campground. Qui mi devo incontrare con Jeff, un ragazzo di Flagstaff, che dopo aver letto un mio topic su un forum americano mi ha contattato per fare un week end di canyon a Zion insieme.
Arrivo in campeggio e Jeff ha già preso la piazzola dal mattino precedente, cosi dopo qualche chiacchera ci rechiamo al visitor center per ritirare i permessi, visto che apre solo alle 7.30.
Qui però il ranger ci dice che dobbiamo passare alle 8,45 perchè a causa del temporale di stanotte devono aspettare per rilasciare i permessi perché devono essere sicuri che non ci sia il rischio flash flood.
Questo imprevisto non ci voleva, il percorso è già impegnativo di suo, ma questo ritardo ci costringerà sicuramente a una lunga e piena giornata.
Appena ritirati i permessi per Mystery e Echo del giorno dopo prendiamo subito lo shuttle per scendere alla fermata di Wepping Rock.
Risaliamo il sentiero per Observation Point e cosi’ arriviamo al view point per qualche veloce foto e poi torniamo indietro per prendere la deviazione che ci porterà all'ingresso della zona chiamata Death Gully. Facciamo attenzione di essere nel punto giusto prima di scendere, in quanto molte volte diverse persone sbagliano l'entrata e poi diventa difficile riuscire ad uscire.
Quando siamo sicuri di essere nel punto giusto iniziamo la discesa, il percorso è molto ripido con a volte punti dove è difficile trovare la giusta via, ma con calma riusciamo ad arrivare in fondo, dove poco dopo raggiungiamo la prima calata che non è altro che una disarrampicata .
Passata anche la seconda calata, arriviamo alla prima vera calata, quindi indossiamo gli imbrachi e mettiamo le corde. Da qui finalmente il percorso si fa più interessante con stretti passaggi, bei panorami e a volte qualche piccola pozza d'acqua.
Arriviamo poi in un'area più aperta del canyon, passando per un piccolo slot, fino ad arrivare alla penultima calata di circa 33 mt, la Mystery Spring.
Ci assicuriamo alla mancorrente per arrivare all'armo abbastanza esposto e nel lancio della corda ci assicuriamo che cada dalla parte opposta del masso sottostante.
La calata è molto bella e in fondo c'è una bella pozza di acqua fresca e pulita.
Ormai siamo quasi alla fine, piccoli e corti passaggi e arriviamo al gran finale di Mystery, l'ultima calata nei Narrows di circa 38 metri. Sotto c'è già molta gente che passeggia e appena ci vedono si fermano a guardarci. Giuntiamo anche qui la corda e scendiamo sulla parete scivolosa con qualche piccolo intoppo sul recupero che però risolviamo in fretta.
A questo punto, riponiamo tutto negli zaini e continuiamo nell'ultimo tratto dei narrows per arrivare a riverside walk, da qui prendiamo lo shuttle che finalmente ci riporta al campeggio, dove dopo una meritatissima birra fresca, ci prepariamo per la cena.



South Campground

Zion
Voto:7/10


Mg. parziali: 0
Mg. totali: 140



Lunedi 8


Nuova giornata e nuovo canyon, oggi è la volta di Echo, un altro bel canyon tecnico e famoso di Zion.
Questa mattina aspettiamo le previsioni meteo fino all'ultimo per vedere come sarà la giornata, visto che Echo Canyon ha un rischio Flash Flood abbastanza alto.
Dopo la conferma anche visiva, parto per noleggiare la muta e poi ritorniamo allo stesso punto di ieri, Wepping Rock.
Riprendiamo il sentiero per Observation, ma questa volta poco prima della vetta deviamo a destra per raggiungere la bocca del canyon, così da poter fare anche la parte superiore e non solo la parte centrale.
Arrivati indossiamo muta e imbrago e iniziamo il percorso, incontriamo subito alcuni down climbing e piccole calate, poi cominciano diverse pozze d'acqua fredda che sono ovviamente abbastanza putride.
Il percorso è molto bello, il canyon ha dei colori spettacolari e non sentiamo per nulla il caldo della giornata anzi, anche con la muta per via delle diverse e lunghe pozze stiamo, diciamo, al fresco.
Arriviamo poi, dopo la sezione tecnica, alla "Echo Chamber", l'acustica in questa sezione del canyon è fantastica . Ci sono alcuni  downclimbing in questa parte del canyon, ma niente di molto difficile.
Poco dopo raggiungiamo il punto in cui echo si incrocia con il sentiero per Observation Point e siamo alla fine, cosi ci togliamo la muta e ci asciughiamo qualche minuto al sole
Torniamo con calma verso Springdale dove dopo una birra saluto Jeff e lo ringrazio per il bel week end passato insieme.
Io torno a restituire la muta e faccio un giro  nello Zion Canyon alla ricerca di qualche nuovo trail e scelgo quello verso il Jughandle, che risulta molto scenografico, come tutto il parco di Zion, percorrendo nuovamente la strada verso est.

percorrendo nuovamente la strada verso est

South Campground
Zion
Voto:7/10

Mg. parziali: 54
Mg. totali: 194



Pagine
Categorie
Partners
Social
Il materiale pubblicato su questo sito è di proprietà di Usa4you.it.
La riproduzione del materiale e l'utilizzo delle immagini è vietata
senza il mio consenso.
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
Torna ai contenuti | Torna al menu