Usa4you-the-best-of-utah-coyote-gulch - Usa4you.it Informazioni utili per un viaggio negli Usa

Vai ai contenuti

Menu principale:


Coyote Gulch


Venerdi 16 Agosto



Stamattina mi alzo di nuovo presto, oggi è previsto il mitico Coyote Gulch e devo percorrere diverse miglia sia a piedi sia in macchina, circa 40 fino alla deviazione dalla Hole in the Rock e altre 7 per arrivare alla partenza del trail.
C’è qualche nuvola in cielo ma le previsioni davano solo il 10% di possibilità di pioggia, quindi spero di andare tranquillo, anche perché essere sorpresi da un temporale su queste strade le rende praticamente impossibili da percorrere.
Non incontro nessuno nel viaggio e giro dalla Hole in the Rock per la deviazione del Fortymile Ridge, qui dovrò superare un primo parcheggio e proseguire su una strada con sabbia alta per arrivare al punto di partenza, al ritorno mi toccherà allungare un po’ per ritornare alla macchina.
Quando però sono quasi al primo parcheggio, vedo un’auto dietro di me e mi accosto per farla passare, mi fermo e incontro Micheal e suo figlio che, dopo aver parlato delle reciproche escursioni della giornata, decidiamo di fare
l’escursione insieme.
Il vantaggio di aver due macchine è molto utile, così Micheal lascia la sua macchina al primo parcheggio, quello in pratica del Trailhead Jacob Hamblin Arch
.
Poi loro salgono con me e affrontiamo le 4 miglia verso il Fortymile Ridge, la strada è tutta sabbia profonda, ma con il Wrangler nessun problema inserendo le 4wd.
Firmiamo il registro dell’hike e ci mettiamo in marcia e parlando con Micheal dei rispettivi lavori mi dice che produce video, documentari e film per la televisione e quando gli chiedo se ha mai fatto qualche film o documentario sulle meraviglie dello Utah, mi dice che ha fatto le riprese del mitico 127 ore, wow uno dei miei film preferiti. Complimenti davvero Micheal.
Man mano che parliamo arriviamo, dopo un sentiero sabbioso, alla prima parte del percorso: Crack in the Wall,
una vera e propria spaccatura nella roccia dove ci infileremo per scendere nel percorso vero e proprio del Coyote Gulch.
Da qui si vede un bellissimo panorama tra cui anche il Stevens Arch
e dopo qualche foto scendiamo, il percorso è bello stretto, con i nostri zaini facciamo fatica ma attraversiamo l’ostacolo.
Da qui si scende su un sentiero tutto sulla sabbia finché non arriviamo nel corso d’acqua e da questo momento ci cammineremo quasi sempre all’interno risalendo il fiume, l’acqua è fresca ma aiuta un po’ nel caldo della giornata.
Proseguiamo quindi all’interno del canyon in mezzo a dei bellissimi colori rosso brillanti delle pareti e arriviamo al Cliff Arch
, un arco incastrato nelle roccia sopra di noi.
Incontriamo diverse cascate e a volte camminiamo lungo il fiume senza dover per forza entrare sempre in acqua che comunque non supera la caviglia.

Affrontiamo poi un tratto nella vegetazione più alta e arriviamo al bellissimo e  spettacolare Coyote Natural Bridge
, veramente impressionante, anche qui piccola sosta foto e facciamo un break per mangiare qualcosa.
Il percorso mi piace parecchio e cominciamo ad incontrare altri hikers. Come mi conferma Micheal questa è una delle escursioni più belle e famose della zona.
Manca poco ormai al punto finale dell’hike e arriviamo dopo circa 15 km al Jacob Hamblin Arch
, qui facciamo una pausa per asciugare le scarpe, mangiamo qualcosa e recuperiamo un po’ di acqua da una piccola cascata dalla roccia.
Faccio ancora un po’ di foto quando Micheal mi fa notare che stanno arrivando delle nuvole e quindi decidiamo di finire l’hike anche perché ci aspetta una salita molto ripida e abbastanza impegnativa per uscire dal canyon.

Troviamo l’uscita, in effetti la salita è veramente ripida, dobbiamo di fatto arrampicarci sulla roccia, ma ci riusciamo alla grande e siamo in cima. Da qui in effetti vediamo il cielo pieno di nuvole grigie, cariche soprattutto nella direzione Hole in the Rock e quindi camminiamo di gran passo per raggiungere la macchina di Micheal.

Sono diversi km e acceleriamo il passo quando cominciamo a sentire le gocce. Quando siamo a circa 500 metri dal parcheggio inizia a piovere molto forte e quindi iniziamo a correre verso la macchina.
Carichiamo tutto di fretta e non perdiamo tempo a ripartire, Micheal mi deve ancora portare dove abbiamo lasciato la mia macchina stamattina, arriviamo, ci salutiamo purtroppo di fretta causa il tempo e ci scambiamo le mail. E’ stata davvero una bella giornata insieme ed alla fine abbiamo camminato per circa 20 km e complimenti al figlioletto di Michael per la bravura.
Riprendo la macchina e parto dietro a loro, in una duna Michael sta bloccato, ma si libera subito, così io prendo un po’ di rincorsa e passo senza problemi, anche se la pioggia sembra far diventare la sabbia abbastanza scivolosa e sembra che questi tre km siano infiniti.
Torno quindi sulla Hole e la pioggia sembra calmarsi e poi per fortuna smette e così posso guidare tranquillamente fino ad Escalante,  speriamo che domani sia bel tempo.


Mg. parziali: 98,6 Mg. totali: 771,3


Escalante Outfitters
310 West Main St
Escalante
Voto:8/10


Pagine
Categorie
Partners
Social
Il materiale pubblicato su questo sito è di proprietà di Usa4you.it.
La riproduzione del materiale e l'utilizzo delle immagini è vietata
senza il mio consenso.
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
Torna ai contenuti | Torna al menu