Usa4you-southwest-bisti - Usa4you.it Informazioni utili per un viaggio negli Usa

Vai ai contenuti

Menu principale:


Ah Shi Sle Pah-Bisti Badlands


Mercoledi' 15 Agosto




Oggi sveglia molto presto per avere tutto il tempo per gli spostamenti e le visite odierne che saranno un po’ impegnative.
Ci fermiamo per una veloce sosta colazione composta da donuts che consumiamo in auto, facciamo rifornimento carburante, acquistiamo anche il kit per riparare le gomme in caso di foratura visto che oggi ci aspettano diverse miglia di sterrato lontani da
centri abitati.
Ci dirigiamo così sulla US 550 fino all’altezza di Nageezi dove svoltiamo a sinistra per imboccare una strada locale che dopo circa 1 km diventa sterrata.
Da qui proseguiamo circa 10 km fino all’incrocio con la 57 anch’essa sterrata ma in buone condizioni, percorribile anche senza 4x4.
Dopo pochi chilometri svoltiamo a destra su di un’altra strada sterrata che però non è messa nelle condizioni della precedenti anche se è comunque percorribile.
Dopo circa 1 km percorso lentamente dato il manto stradale irregolare, arriviamo al parcheggio da cui inizia il trail per Ah Shi Sle Pah
.
Situato nella parte nord-occidentale del New Mexico, Ah-shi-sle-pah è uno dei tesori più remoti del San Juan Basin. Sono presenti “badlands” multicolori, a forma di curiose guglie, hoodoos di arenaria erosa e formazioni geologiche uniche nel suo genere. Chiunque si sia appassionato ai paesaggi lunari di Bisti Badlands o De-Na-Zin Wilderness amerà anche questo posto. Anche se ci sono molte somiglianze tra loro, Ah-shi-sle-pah ha alcune peculiarità e una magia tutta sua. E' una zona di rocce giallo-ocra e di colline di bentonite olivastra. I colori sono belli e morbidi, mai visti altrove.
Seguiamo quindi la traccia GPS sul navigatore per effettuare il veloce trail intorno a questi hodoos dai colori meravigliosi. Il tracciato ci fa scendere al di sotto del livello dove abbiamo parcheggiato, in quanto le formazioni rocciose si trovano in una specie di conca.
Camminiamo intorno a tutte queste formazioni dalle forme e dai colori diversi, facendo molta attenzione a causa della loro superficie scivolosa e friabile.
Dopo circa mezz’ora abbondante, risaliamo il breve pendio fino a tornare alla macchina.

Riprendiamo il nostro percorso vero le Bisti Badlands
.
Tornati sulla 57, facciamo un controllo incrociato mappa/gps per accertarci che il percorso da seguire sia quello corretto.
Man mano che proseguiamo però ci rendiamo conto che il navigatore sta indicandoci un percorso differente rispetto a quello che avevamo pensato di seguire e anche se incrociamo altre strade sterrate, grazie al GPS e al buon senso, continuiamo sempre sulla strada precedentemente percorsa.
In alcuni tratti siamo obbligati a percorrere il tragitto a passo d’uomo anche se guardandoci intorno ci rendiamo conto che siamo in una zona completamente isolata e non incontriamo infatti anima viva.
Alla fine riusciamo a completare il tragitto in circa 1h - 1h ½ per un totale di circa 30 km fino al raggiungimento della US 371 (che è finalmente asfaltata).
Dopo circa 20 km arriviamo al parcheggio delle Bisti, (pronuncia: Bist-eye) una distesa incredibilmente scenica e colorata di collinette ondulate e insolite rocce erose che copre 4.000 ettari, nascosta nel deserto del Bacino di San Juan  all'estremo angolo nel nord-ovest del New Mexico.
Una volta questa terra era abitata da dinosauri, infatti le loro ossa e alcuni fossili come anche legno pietrificato si trovano ancora nel
terreno.
Il sentiero anche qui è parzialmente sterrato ma le condizioni della strada sono ottime
Da qui parte il trail per la scoperta delle Bisti Sud.
Dopo un pranzo veloce siamo pronti per iniziare il percorso, ci firmiamo sul registro sito all’ingresso e partiamo.
Anche qui seguiamo la traccia precedentemente creata col gps e ci inoltriamo nel parco tenendo la destra. Il primo punto di interesse che incontriamo sono degli hodoos in mezzo ad alcune collinette; cerchiamo la via più semplice per avvicinarci e dopo vani tentativi troviamo la strada corretta.
Ci intratteniamo facendo un po’ di fotografie prima di riprendere il cammino in direzione nord-est ed incontrando altre formazioni particolari. Di metro in metro questa terra bellissima cambia colore in maniera quasi improvvisa.
Si passa dal giallo e nero di alcune della colline, al bianco luminoso degli hodoos.
A questo punto la direzione da seguire è il Nord ma decidiamo di fare una piccola modifica avendo trovato un percorso più agevole per raggiungere i punti di interesse successivi.
A volte però dobbiamo tornare indietro di alcuni metri per cercare la via migliore e dopo circa 30 minuti raggiungiamo i punti d’interesse successivi.
Il primo è un piccolo arco, alto circa mezzo metro, non molto visibile in mezzo alle altre forme strane, qui ci troviamo in una vallata aperta e fotografiamo tutte le conformazioni più strane.
Poco più a est troviamo la distesa di pietre chiamate cracked eggs
, chiamate cosi per la strana forma e colore prese da queste rocce.
Prendiamo quindi la direzione nord e costeggiamo altre strane formazioni, con lo sfondo di colline rosse\arancioni e cominciamo il trial di ritorno.
Arriviamo quindi nel parcheggio dopo circa 3 ore abbondanti, ci rinfreschiamo con acqua ed arrivano altri visitatori, i primi incontrati in questa giornata.
Ritorniamo sulla us 371 per arrivare al parcheggio della zona bisti nord ma le nuvole minacciose in arrivo ci fanno desistere; alla fine dei conti oggi abbiamo visto già molte cose e decidiamo di andare in direzione del motel dove approfittiamo del tempo per fare un po’ di bucato.
Cena a base di steak in un buonissimo chiamato K Bobs.




Mg. parziali: 244,1 Mg. totali: 2561,9


Travelodge

510 Scott Avenue
Farmington, NM
Voto:5/10


Pagine
Categorie
Partners
Social
Il materiale pubblicato su questo sito è di proprietà di Usa4you.it.
La riproduzione del materiale e l'utilizzo delle immagini è vietata
senza il mio consenso.
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
Torna ai contenuti | Torna al menu