Grand Teton - Usa4you.it Informazioni utili per un viaggio negli Usa

Vai ai contenuti

Menu principale:


Grand Teton

Schede
I miei viaggi
grand teton


La maggioranza delle persone si trova a passare  al Grand Teton perchè è in viaggio verso o dal suo fratello maggiore lo Yellowstone National Park, che gli ruba la scena in maniera quasi assoluta per via della sua assoluta notorietà a livello mondiale. Tuttavia il Grand Teton National Park non soffre di complessi d’inferiorità perché sa che in fondo lui può offrire un qualcosa che il famoso vicino non annovera fra le sue meraviglie: gli spazi sconfinati da percorrere in sublime solitudine, senza la ressa di turisti che invece affolla quasi sempre le strette strade intorno ai geyser di Yellowstone. Chi vuole ascoltare la natura e parlare alla propria anima va al Grand Teton, non a Yellowstone. E non ho mai sentito nessuno che se ne sia pentito, anzi.

Come arrivare:

Il Gran Teton National Park si trova nell’estremo ovest del Wyoming, adagiato sul lato sud dello Yellowstone National Park con il quale forma, assieme alle numerose National Forest adiacenti, un enorme complesso naturalistico assolutamente incontaminato e di rara bellezza.
In auto:
La strada principale che collega il parco è la  US-191, che offre splendide vedute panoramiche, attraversa integralmente il parco da nord a sud.
Una qualsiasi visita al parco deve essere pianificata avendo come riferimento e punto di partenza la US-191. Questo vale anche se disponete di un veicolo fuoristrada con il quale potete percorrere la River Road costeggiando lo Snake River sul lato opposto rispetto alla US-191.
Da nord la strada proviene direttamente dallo Yellowstone National Park,  la quale prima costeggia il Jackson Lake poi, dopo un breve deviazione verso est, segue il percorso dello Snake River fino all’uscita sud del parco e all’arrivo nella cittadina di Jackson, considerato l’estremo sud del complesso.

Tutti gli ingressi del parco (Center Bay Visitor Center sul Jackson Lake a Nord, Moran Entrance Station a est e Moose Visitor Center a sud) si trovano proprio sulla US-191. L’unica altra grande arteria che attraversa il parco è la US-287, sulla direttrice est-ovest, ma solo per un brevissimo tratto di pochi chilometri fino alla Moran Entrance Station.

In aereo:
I 2 aeroporti principali della zona, Salt Lake City e soprattutto Denver, risultano abbastanza distanti: si tratta di guidare per oltre 5 ore dal primo e per oltre 8 dal secondo.
E’ possibile quindi usufruire dell’unico piccolo scalo della zona, il Jackson Hole National Airport, che offre (su base stagionale) voli giornalieri dai principali aeroporti americani. Chi invece volesse unire la visita del Grand Teton con quella dello Yellowstone può pensare agli aeroporti più a nord: quello di Cody, quello di West Yellowstone e quello più grande (ma anche più distante, non meno di 4 ore di auto) di Bozeman in Montana  
A queste difficoltà tutto sommato facilmente superabili va aggiunto invece un aspetto che in questa zona dell’America non è affatto trascurabile: durante l’inverno molte strade vengono chiuse per neve in maniera preventiva, e le alternative non sono mai a pochi minuti di distanza (ammesso che ve ne siano). Tenetene conto mentre pianificate le vostre corse attraverso il cielo infinito su queste arterie stradali dal fascino antico.

L'ingresso al parco costa 30$(50$ se si vuole anche visitare in abbinata lo Yellowstone) a veicolo, 25$ per le moto e 15 $ a piedi o in bicicletta, ed è valido per 7 giorni. In alternativa è disponbile il pass annuale dei parchi a 80$.

Dove dormire:

Un altro aspetto non deve mai essere trascurato quando si viaggia in queste zone: l’offerta alberghiera è piuttosto limitata. Jackson, la città principale della contea di Teton, conta meno di 10.000 abitanti e questo la dice lunga sullo splendido isolamento della regione. Tuttavia conviene pensarci per tempo, ed essere pronti a conti piuttosto salati anche se sono sicuro che qualsiasi spesa sarà benaccetta dopo giorni e giorni passati all’interno del parco.

In alternativa esistono diversi lodge all'interno del parco che potete trovare QUI

    

Nel parco sono disponibili durante l'estate  cinque campeggi  e uno sulla John D. Rockefeller Jr. Memorial Parkway. La maggior parte sono disponibili con il sistema  primo arrivato, primo servito.  Il campeggio non è consentito in altre aree del parco , ai bordi delle strade e nella aree di parcheggio.
In inverno invece l'unico parcheggio primitivo consentito è accanto al  Colter Bay Visitor Center dal 1 ° dicembre al 15 aprile a 5$.


Cosa vedere:

Direi che non esiste un momento ideale per visitare il complesso del Grand Teton: sia i freddi inverni sia le estati (relativamente) calde offrono al visitatore un’esperienza mistica, di bellezza celestiale, che rimarrà uno dei ricordi più belli nella memoria dei fortunati.
Il Grand Teton National Park si presenta al visitatore con visioni grandiose e forte di un sistema di sentieri da fare invidia. La zona meridionale è dominata dal massiccio del Grand Teton, con i 3 picchi principali (Grand Teton, Middle Teton e South Teton) di quasi 4000 metri, che si appoggia maestoso sulla Jackson Hole, la vasta e piatta vallata verde attraversata dallo Snake River (abbondantemente rifornito dai numerosi torrenti montani che scendono alla catena del Grand Teton) e intervallata da numerosi laghi fra cui l’immenso Jackson Lake, il maggiore di tutti., che domina la parte occidentale della vasta area naturale. L’abbondanza di acqua e di vegetazione rendono la regione un habitat naturale perfetto per alci, verdi, orsi e uccelli di ogni genere.

La parte più a nord del parco è  dominata dal grande Jackson Lake, reso ancor più imponente da una diga costruita prima che l’area venisse protetta come National Park. Sempre arrivando da sud sulla Teton Park Road può essere molto interessante salire sino alla Signal Mountain, una montagna tutto sommato più limitata rispetto agli imponenti massicci meridionali ma che grazie alla sua splendida solitudine offre una splendida vista del lago: bisogna però fare attenzione al fatto che sulla stretta strada non sono ammessi le roulotte e i camper. Poco più a nord, presso il Jackson Lake Junction, la Teton Park Road si ricongiunge alla US-191 che costeggia il Jackson Lake offrendo svariati accessi al lago (con annessi scivoli attrezzati pr le barche) raggiungibile sia con l’auto che a piedi. Può essere interessante fare una piccola deviazione fotografica verso Oxbow Bend, dove di solito alberga numerosa la fauna locale, e lo stesso si può dire del Willow Flats Overlook (uno dei luoghi preferiti delle alci americane).


Arrivando da sud, ad esempio, si accede dal National Museum of Wildlife art  che offre anche una piccola area museale. Poco dopo, percorrendo un breve sentiero, troviamo il Menor-Noble Historic District, l’antico insediamento dei pionieri dove si può attraversare lo Snake River a mezzo di una replica del battello utilizzato anticamente.
In realtà il vero motivo per accedere al Moose Visitor center è che da qui nasce la piccola Teton Park Road, che si arrampica verso il massiccio dei 3 Teton offrendo una serie di vedute di forte impatto emotivo, sempre diverse fra loro, che culminano al Teton Giacer Turnout.
Verso la  Moose Junction  un  punto fotografico da non perdere, raggiungibile tramite una strada sterrata, è  Schwabacher Landing,  e ovviamente i famosi granai lungo la  Mormon Row Road .

Gli amanti della storia americana possono pianificare una sosta al Colter Bay Visitor center per una visita al suo interessante museo di arte indiana. Chi invece vuole approfittare della splendida solitudine che il Grand teton National Park può offrire, deve risalire fino al Flagg Ranch Information Station e imboccare verso ovest la Grassy Lake Road (chiusa d’inverno e sconsigliata ai camper e alle roulotte: dopo un po’ si trova l’inizio del Glade Creek Trailhead,  che rappresenta solo l‘inizio di un vasto ed esteso sistema di sentieri che costeggiano i tanti affluenti occidentali del grande lago, vere e proprie oasi di tranquillità assoluta e di silenzio che rimarrà uno dei ricordi più indelebili nella memoria dei fortunati visitatori.

trail

Il  Grand Teton ha pochi eguali in tutti gli States in termini di hike , infatti annovera fra le sue principali attrattive qualcosa come 200 miglia (320 chilometri!!) di sentieri perfettamente conservati e regolarmente manutenuti e battuti e con diverse gradi di difficoltà.
Ci si può avvicinare al Grand Teton percorrendo il Taggart Lake Trailhead (posto più a sud) o il Lupine Meadows Trailhead (poco più a nord). I due sentieri si ingiungono poi a ovest per puntare direttamente, attraverso un percorso moderato che culmina a Amphitheater Lake, molto vicino al maestoso Teton Glacier. Il percorso da Lupine Meadows è quello più strabiliante, ma richiede uno sforzo maggiore dato che si tratta di 10 miglia di salita fino a quasi 3000 metri: all' arrivo, godrà di una vista indimenticabile del Jackson Hole verso nord.
Proseguendo verso nord non si può perdere neanche il Jenny Lake Scenic Drive, il modo migliore per avvicinarsi al cuore dei Tetons con l’automobile: la vista più spettacolare si ha dal Cathedral Group Turnout.
Un ottimo punto di partenza è ad esempio il Death canyon Trailhead, che dopo avere costeggiato il grazioso Phelps Lake sale fino congiungersi al Teton Crest Trail, uno splendido sentiero che attraversa la zona e finisce al Paintbrush Canyon vicino allo String Lake: si tratta di un percorso di circa 40 miglia per il quale si impiegano mediamente 3 giorni (in questo caso è previsto il rilascio del permesso da parte dei Ranger).

Jenny Lake/Hidden Falls/Cascade Canyon

Una delle hike più famose e scenografiche del parco con diverse tappe in base alla lunghezza che si vuole percorrere.
Il sentiero parte nei pressi del Visitor Center di Jenny Lake, dove è possibile prendere un battello per attraversare il lago per circa 15 $(andata e ritorno) cosi da accorciare l'escursione.
Le diverse tappe sono:

Hidden Falls, 5.2 mi (8.4 km)
via barca:  1.2 mi (1.9 km)

Inspiration Point, 6.0 mi (10.2 km)
via barca: 2.0 mi (3.2 km) a/r

Forks of Cascade Canyon, 13.6 mi (22 km)
via barca: 9.6 mi (15.4 km)

Lake Solitude, 19.0 mi (30.6 km)  
via barca 15.0 mi (24 km)

South Fork of Cascade Canyon, 24.8 mi (40 km)
via barca: 20.8 (33.5 km)

In alternativa si può percorrere il Jenny lake loop che corre intorno al lago con una lunghezza di  7.1 mi (11.4 km)  


Link

Sito ufficiale
Pagine
Categorie
Partners
Social
Il materiale pubblicato su questo sito è di proprietà di Usa4you.it.
La riproduzione del materiale e l'utilizzo delle immagini è vietata
senza il mio consenso.
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
© 2009-17 Usa4you.it - Tutti i diritti riservati -
Torna ai contenuti | Torna al menu